domenica 13 dicembre 2009

Le piche...

"La villa era sommersa dalle invidie e dai rancori che avvelenavano le zie. Avevano da ridire su tutti. Chi finiva nella loro rete risultava, in breve, biasimevole. Nell'atmosfera della villa, le vibrazioni negative che emanavano le zie si scontravano con gli echi solari di mia madre, e spesso li soffocavano. Su respirava aria malata. Guastarsi la vita per guastarla agli altri. Esiste, in certe donne, una sottile pazzia che ha un suo modo di esprimersi con una modesta ragionevolezza. Ma questo l'avrei capito più tardi. Per ora, dovevo limitarmi a sensazioni. Specie quando le stanze erano deserte, in penombra..." (L'amore stregone - A.B.).

2 commenti:

Maria Adele ha detto...

bellissimo

E L L I E ha detto...

...E' molto suggestivo, in effetti...